Con “Fashion in Sicily” Catania diventa capitale della moda made in sud

806

Written by:

70 tra buyer e giornalisti, 24 paesi in tutto il mondo verso cui esportare, 60 aziende produttrici: sono questi i numeri che definiscono “Fashion in Sicily“, l’evento dedicato alla promozione della moda in sud che si terrà il 10 e l’11 aprile a Catania.

Notizie Catania intervista Ferdinando Fiore il nuovo dirigente dell’ufficio beni di consumo presso la sede di Roma ICE agenzia.
Ecco alcune domande.

Perchè è stata scelta Catania?
“Catania è stata scelta perchè nel passato abbiamo organizzato tre edizioni della stessa manifestazione a Napoli, quindi questa volta abbiamo scelto Catania e la Sicilia orientale perchè è un ottimo distretto tessile di abbigliamento e anche l’export del tessile e abbigliamento nonostante il calo dell’export siciliano in generale è risultato in aumento, quindi abbiamo pensato di organizzare questo evento a Catania, invitando ovviamente anche le imprese delle cinque regioni della convergenza alle quali è rivolto il piano export sud quindi: Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia”.

Pensa che il pubblico italiano sia pronto ad apprezzare il Made in Italy tanto quanto il pubblico estero?
“Sicuramente il pubblico italiano vive in italia, quindi conosce i prodotti italiani, lo scopo della nostra iniziativa “export sud” è quello di promuovere l’internalizzazione delle imprese meridionali all’estero, per questo noi abbiamo organizzato delle delegazioni di buyer e giornalisti da diversi paesi del mondo, dall’Australia all’Uzbekistan, sono all’incirca 70 delegati che possono quindi apprezzare artigianalità del prodotto Made in Italy in particolare del Made South in Italy e quindi riconoscere proprio questo alto livello di tradizione, artigianalità, sostenibilità e anche di innovazione del prodotto”.

Catania in questi giorni sta vivendo anche degli eventi, uno tra questi “La notte dei musei”, volevamo sapere se lei è favorevole e d’accordo con questa data scelta?
“Sicuramente noi abbiamo scelto anche le date coincidenti con queste manifestazioni  perchè portando dei buyer e giornalisti esteri potranno apprezzare le bellezze di Catania by night e essere parte delle numerose manifestazioni che sono state organizzate in città ad esempio proprio le sfilate di moda”.

INTERVISTA DI TANIA GUALTIERI.

Condividi

Ultima Modifica: 10 aprile 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *