biscaIl Palazzo Biscari è il palazzo più importante di Catania.
Il Palazzo Biscari fu costruito dalla famiglia Paternò Castello, i principi di Biscari, in varie tappe dal 1707 al 1763. Il costruttore fu l’architetto barocco Alonzo di Benedetto; le cornici delle finestre riccamente ornate sulla facciata esterna furono progettate dallo scultore Antonino Amato da Messina. L’arredamento interno riccamente decorato è in stile rococò. Ignazio Biscari, il nipote del costruttore, ampliò il palazzo infine per ottenere più spazio per le sue collezioni di dipinti, vasi, monete e molti altri oggetti d’antiquariato. Johann Wolfgang Goethe fu ricevuto dal principe Biscari nel 1787 – Goethe riferì poi in dettaglio nei suoi scritti della magnificenza delle collezioni e del palazzo.

L’edificio sorge alla marina: dopo il terremoto del 1693 fu tra i primi palazzi della città ad essere riedificato. Grazie alle loro ricchezze e al loro prestigio, i Paternò Castello ottennero dal re il privilegio di costruirlo sopra le cinquecentesche mura di Carlo V.
Ignazio III ne affidò la costruzione al celebre architetto Alonzo di Benedetto: i lavori furono continuati dagli eredi del principe, ovvero Vincenzo e Ignazio V, e terminarono solo nel 1763.

Palazzo-Biscari_salone-dei-balliLa decorazione scultorea dei finestroni e gli splendidi affreschi dei soffitti vennero commissionati ad alcuni dei più grandi maestri dell’epoca.
Fra le stupende stanze del palazzo spicca il “salone delle feste”, vero e proprio capolavoro dallo squisito gusto artistico: in stile rococò, si fregia di una complessa decorazione con specchi, marmi e stucchi.
Questa sontuosa residenza accolse, nel corso del Settecento, numerosi ed illustri visitatori, come Johann Wolfgang Goethe, che fu ospite del principe Ignazio V nel maggio del 1787.
La bellissima scala decorata a stucco immette in una cupola che i principi utilizzavano come alloggiamento dell’orchestra.

Altre sale degne di nota sono gli “”, fatti costruire da Ignazio V appositamente per la moglie ed impreziositi da boiseries di legni intarsiati e pavimenti in marmo di epoca romana.
Ignazio V era un grande studioso, ma soprattutto un appassionato archeologo: fu lui ad eseguire i primi scavi destinati a portare alla luce l’anfiteatro romano di Piazza Stesicoro ( II sec. d. C. )
A questo esponente della dinastia, uomo illuminato e colto, si deve la fondazione di uno dei musei archeologici più importanti della storia di Catania: oggi le sue preziose collezioni sono visitabili presso il Museo Civico del Castello Ursino.
Oggi il palazzo è gestito dalla famiglia Moncada Paternò Castello: le sue sale, oltre ad essere aperte ai visitatori, accolgono meetings, ricevimenti e banchetti.
Nel 2008, Palazzo Biscari è stato anche la location di una videoclip dei Coldplay ( “Violet Hill”).

Condividi

Ultima Modifica: 31 maggio 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *