Metropolitana San Nullo: Strisce pedonali inesistenti, senza ascensori, infiltrazioni d’acqua

Inaugurata pochi giorni fa, esattamente il 30 marzo 2017, la metropolitana catanese continua a far parlare di sè. All’interno della neonata tratta Borgo-Nesima i disagi non mancano, soprattutto per la fermata San Nullo. La stazione sorge nell’omonimo quartiere e ha due aperture ai lati della Circonvallazione, una di fronte l’altro, per le direzioni Stesicoro da una parte e per Nesima dall’altra. Molto complicato però raggiungere o lasciare la stazione per chi si trova dal lato opposto della strada e deve attraversare la pericolosa circonvallazione, tentando nel traffico quotidiano, di trovare un attraversamento pedonale che al momento è impossibile trovare vicino alla fermata.

LA FERMATA SAN NULLO E I SUOI PROBLEMI

C’è poi il problema per disabili e mamme con passeggini al seguito che continuano a vedere gli ascensori non funzionanti ed anche la fermata San Nullo non è esente da questa disattenzione di Ferrovia Circumetnea. Nella lista di ciò che non funziona abbiamo anche potuto registrare i tornelli aperti senza nessun controllo e le scale mobili che funzionano a singhiozzo. La fermata nuova di zecca sembra un cantiere a cielo aperto, anzi un cantiere sotterraneo, pare infatti che ci sia stata troppa fretta ad aprire la tratta Borgo-Nesima.

Condividi

Ultima Modifica: 7 aprile 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *