E’ unanimamente considerato uno dei palazzi nobiliari più belli e iconici di Catania assieme a Palazzo Biscari e Manganelli, stiamo parlando dello storico Palazzo Paternò del Toscano, sito nelle centralissime via Etnea e Piazza Stesicoro, cuore del centro storico del capoluogo etneo. Cenni storici del Palazzo Paternò del ToscanoInizialmente, l’edificio era un’antica residenza nobiliare, progettata dall’architetto Giovan Battista Vaccarini, palermitano ...

Al numero 37 del Corso Italia si trova una delle meraviglie del Liberty catanese: Villa Manganelli, opera dell’architetto Ernesto Basile che la costruì nel 1907 in occasione delle terze nozze del Principe. Con le sue due torrette doveva dare l’idea più di un castello che di una villa, inoltre la sua posizione su una piccola altura ne dava un aspetto ...

Catania è una città che presenta numerosi mercatini storici, sempre attivi durante la settimana, alternandosi l’uno con l’altro. Tra i vari mercatini locali quello più caratteristico è certamente il Mercatino delle Pulci nella zona portuale, il quale rappresenta il mercato dell’antiquariato per eccellenza. È certamente tra i mercatini più antichi di Catania, diventando un vero e proprio simbolo della città ...

Realizzata tra il 1995 e il 1998, la Piazza sorge accanto al Castello di Via Leucatia, presso il sito che Federico De Roberto chiama "Belvedere" nel romanzo da cui la Piazza stessa trae il proprio nome. Per la sua struttura, l'architetto Ivan Castrogiovanni si è ispirato al seicentesco acquedotto dei Benedettini andato perduto: Piazza e Parco occupano insieme una superficie ...

San Cristoforo (San Cristofuru in dialetto catanese) è un quartiere della zona sudoccidentale della città di Catania, facente parte della I Circoscrizione del Comune (già I Municipalità, quella del Centro Storico), comprendente anche i quartieri Angeli Custodi, Antico Corso, Civita, Cappuccini, Fortino, Giudecca e San Berillo.StoriaSan Cristoforo nasce in seguito al terremoto del Val di Noto del 1693, come parte ...

Alle spalle di piazza Duomo, in via Vittorio Emanuele, troviamo Palazzo Platamone testimonianza dell'architettura tardo medievale e rinascimentale, e la chiesa di San Placido esempio dell'arte barocca. Legati dalla storia, essi furono col tempo "divisi" dagli stili architettonici. Nel Quattrocento, tra le famiglie più prestigiose, vale a dire quelle che riuscirono ad ottenere un buon numero di designazioni, troviamo i ...

La storia di questo quartiere è legato indissolubilmente a ciò che accadde il 29 marzo 1669 allorché la lava fuoruscita venti giorni prima dagli attuali Monti Rossi, dopo avere seppellito numerosi piccoli centri abitati, raggiunse Misterbianco che era forse allora il più popoloso di tutti. II fiume di fuoco si divise in diversi bracci: uno distrusse il quartiere detto della ...

Fondachello deve l'origine del suo nome ad un piccolo fondaco che fungeva da punto di sosta per i viandanti della fascia litoranea. Fu un importante luogo di transito e un punto cruciale per i commerci, il fondaco fu un edificio situato nelle città di mare che veniva utilizzato come deposito o come alloggio delle merci dai commercianti stranieri.Il borgo fu ...

Anticamente chiamata "Piazza Santa Maria di Nuovaluce" per via dell'omonima chiesa oggi non più esistente, ad ovest vi si affaccia il Teatro Massimo Comunale "Vincenzo Bellini", accessibile al pubblico dal 1890; a nord-est invece vi è la Casa del Mutilato, inaugurata nel 1939.Al centro della piazza vi è la "Fontana dei Delfini", dal nome degli animali che vi sono scolpiti, ...

Lasciando piazza Duomo e procedendo per via Garibaldi, a circa 200 metri, l'arteria si estende per dare spazio ad un'antica piazza catanese, Piazza Mazzini, che nasce dall'incrocio di via Giuseppe Garibaldi e dalla via della Lettera. La piazza, originariamente denominata piazza San Filippo, è incorniciata da quattro palazzi nobiliari gemelli, che dalla loro disposizione angolare conferiscono allo spiazzo un'insolita forma ...