Appartiene all'età sveva la leggenda che parla del cavallo del vescovo di Catania. Dice infatti questa leggenda che il crudele imperatore svevo Enrico VI, che regnò in Sicilia dal 1194 al 1197, impose in Sicilia vescovi e dignitari a lui fedeli, e suoi degni rappresentanti anche quanto a ferocia . Uno di questi crudeli funzionari imperiali era il vescovo di ...

A un’antica leggenda è riportata l’origine dell’elefante di Catania, che dal 1239 è il simbolo ufficiale della città. Questa leggenda racconta che quando Catania fu per la prima volta abitata, tutti gli animali feroci e pericolosi furono messi in fuga da un elefante, al quale i catanesi, in segno di ringraziamento, eressero una statua, da loro chiamata con il nome ...

Il Pozzo di Gammazita è un sito che si trova nel centro storico di Catania, nella zona sud-ovest della città adiacente all'antica cinta muraria cittadina detta appunto cortina di Gamma Zita presso il cortile omonimo. Il racconto popolare narra di una virtuosa ragazza catanese che, verso il 1280 preferì gettarsi in un pozzo, invece di cedere alle insidie di un soldato ...

In questa leggenda l’acqua ha un ruolo centrale, a riprova di come in Sicilia sia stata da sempre considerata come un bene prezioso, portatrice di vita, dotata di poteri e manifestazioni particolari. Teatro della vicenda, l’area vulcanica e costiera dell’Etna, da sempre ricca di fonti come tutto il complesso territoriale della montagna. Protagonisti di questa leggenda tipica della Magna Grecia: Polifemo, ciclope ...

Il Castello Leucatia, o "Castello dei fantasmi" secondo una leggenda popolare, fu costituito nel 1911 da un ricco commerciante di origine ebrea con l'intento di farne dono di nozze alla giovane figlia. Le stelle a sei punte che si trovano lungo i merli dei torrioni confermano l'origine ebraica del proprietario. Si narra che la ragazza, per niente propensa a congiungersi ...

San Vito lo Capo è tra le spiagge più belle di tutto il Mediterraneo. Lunga oltre 2 chilometri e con un fronte che varia tra i 40 ed i 70 metri, con sabbia bianca arena finissima e dinanzi ad un mare turchese chiaro che sfuma al blu verso il largo, in modo del tutto simile alle blasonate spiagge caraibiche, è ...

Una delle leggende più belle e famose della Sicilia riguarda il personaggio di Colapesce, che racchiude in sé l’amore incondizionato che lega ogni siciliano al suo mare. C'era una volta, Tanto tempo fa, un ragazzo di nome Nicola, detto Cola, figlio più piccolo di una numerosa famiglia di pescatori, che viveva a Messina. Cola amava il mare, gli piaceva immergersi ...

Il Castello Ursino fu fortemente voluto da Federico II di Svevia nel XIII secolo per una difesa costiera più ampia. La realizzazione fu affidata all'architetto Riccardo da Lentini che lo collocò su un promontorio all'epoca imprendibile. Il Castello Ursino è sede del Museo Civico di Catania dal 20 ottobre 1934. Ospita le raccolte civiche in cui sono presenti le sezioni archeologiche: Medievale, ...

In un periodo che si perde alle radici della storia, un piccolo vulcano a nord dell'Etna si sveglia ed erutta un'enorme massa di lava che si fa strada fino al mare ed immergendosi forma capo Schisò. Il percorso tortuoso del fiume di lava viene in seguito solcato da un corso d'acqua che vi si insinua levigando e pulendo i massi ...

Voi la conoscete la storia del cavallo senza testa di via Crociferi? Dopo aver letto questo post non passeggerete più per via Crociferi senza tendere l’orecchio in attesa del rumore degli zoccoli sul basolato. Sembra che a Catania, nel 1700 in quella che oggi è una delle vie più affollate della movida etnea, si incontrassero amanti, uomini pronti a tradire ...