La chiesa di San Giuliano – Gioiello della ricostruzione settecentesca di Catania

La Chiesa di San Giuliano, situata nel centro di Catania. Costruita da Giovanni Battista Vaccarini tra il 1739 e il 1751, ha una forma ottagonale che la rende una delle chiese più belle della città.

La cupola, completamente ristrutturata dal pittore catanese Giuseppe Rapisardi, permette grazie ai finestroni di illuminare tutta la chiesa. Attraverso la cupola, i religiosi, che per la maggior parte provenivano da famiglie nobili, riuscivano da lì a vedere la processione della patrona di Catania, Sant’Agata.

Le opere della Chiesa di San Giuliano:

– Crocifisso risalente al XIV situato nell’altare maggiore;
– La Madonna delle Grazie con S. Giuseppe e S. Benedetto;
– S. Antonio Abate risalente al ‘600;
– Altare maggiore costruito in marmo policromo e bronzo dorato;
– Due figure femminili allegoriche.

Situata nella suggestiva e caratteristica via Crociferi, è considerata da molti “la perla” della ricostruzione Settecentesca della città. Anche questo edificio è attribuito all’opera del Vaccarini ed è stato costruito presumibilmente tra il 1739 e il 1751.

Elementi caratteristici sono la facciata convessa nella parte mediana, che genera vigorosi chiaro-scuri, il sagrato decorato con sassi bianchi e neri, e la cupola circondata dal loggiato, dal quale, secondo la tradizione, le monache della città osservavano la processione durante la festa di Sant’Agata.

Fonte: Ecco il link.