“Blue Sky Wheel”: Si trova a Catania la ruota panoramica viaggiante più alta d’Italia

Il suo nome ufficiale è “Blue Sky Wheel”, ma per tutti è già la ruota panoramica di Catania. Alta 50 metri, per trasportarla ai piedi dell’Etna ci sono voluti 12 tir. Una volta inaugurata, potrà trasportare sul tetto della città fino a 198 persone. “Si tratta della ruota viaggiante più alta d’Italia”. L’attrazione è stata posizionata a piazzale Sanzio, e sarà inaugurata nei prossimi giorni.

Una struttura “made in Italy”
Per acquistare “Blue Sky”, la società ha compiuto un investimento a sei zeri. La ruota è un capolavoro di ingegneria tutto “made in Italy”. È stata realizzata a Melara, in provincia di Rovigo, dalla Technical Park, azienda italiana leader nella costruzione di attrazioni del genere. Sottoposte a normative rigidissime, precisa il proprietario. “Un dato su tutti, quello della resistenza al vento, che raggiunge i 180 chilometri orari”. Il record di ruota mobile più grande in assoluto è condiviso con due “gemelle” che viaggiano per l’Italia. A superarle, soltanto la “City eye” di Salerno, alta 60 metri, e la celebre “Eurowheel” di Mirabilandia, alta 92 metri. Quelle, però, sono installazioni fisse. “La nostra invece può spostarsi”, precisa il proprietario. Per montarla e smontarla, dice, occorrono gru fino a 120 tonnellate di portata e una decina di operai specializzati.

Le caratteristiche della ruota
Come si intuisce dai numeri, la struttura è imponente. Di giorno si presenta con un bianco monocromatico, ma la sorpresa arriva al calar del sole. “La ruota è completamente illuminata al led, con una potenza installata di 77 kilowattora”, spiega Montenero. Grazie alle luci, il profilo di “Blue Sky” sarà visibile anche a grande distanza. Come avviene nelle grandi metropoli del continente, sottolinea l’imprenditore. “Ruote come questa si trovano in tutte le capitali. Diventano attrazioni turistiche, punti di riferimento, fiori all’occhiello della città”. L’azienda è proprietaria di un’altra ruota, di dimensioni più piccole, e di attrazioni minori tra cui una classica giostra dei cavalli. “Con questa nuova struttura abbiamo puntato a crescere, allineando la nostra capacità a quelle estere”.

La scelta della location
La scelta di Catania per inaugurare questa attrazione non è stata casuale. Come accennato, l’azienda di Montenero è pugliese, ma viaggia in lungo e in largo per il Paese. “Ci siamo innamorati di questa città viva, metropolitana, dove la gente ama divertirsi”, sottolinea l’imprenditore. Più tribolata la scelta del luogo. “Una struttura del genere ha bisogno di location con determinati requisiti di spazio”. La Soffiatti e Montenero ha vagliato vari luoghi, insieme all’amministrazione comunale. La scelta preferita sarebbe stata il Lungomare, “ma alla fine abbiamo optato per il piazzale Sanzio”. Una decisione, come detto, non esente da polemiche. Come quella dei giovani del Partito democratico catanese, che hanno chiesto lo stop ai lavori criticando la scelta della location e la sicurezza. Critiche respinte da Montenero. “Anche a noi sarebbe piaciuto montare più vicino al mare, ma non è stato possibile trovare una location adeguata”.

Cabina per disabili e cabina vip
Polemiche a parte, l’inaugurazione è ormai imminente. Per quanto riguarda il biglietto, ci saranno due tariffe: nove euro per gli adulti e cinque euro per i bambini. Per apprezzare al meglio il panorama saranno effettuata delle soste in cima. Non sono stati dimenticati i diversamente abili, “con una cabina attrezzata alla quale potranno accedere in totale autonomia, tramite un percorso apposito”, dice Montenero. Non è stato trascurato nemmeno l’immaginario romantico legato alla ruota panoramica. “Abbiamo predisposto una cabina vip, attrezzata in modo più confortevole, con dei divani e i vetri leggermente oscurati, per garantire agli ospiti maggiore intimità”, spiega il proprietario dell’attrazione. “A richiesta sarà possibile servire anche del prosecco”.

Concessione fino a novembre
La ruota non rimarrà per sempre a Catania. “Di solito facciamo periodi abbastanza brevi nelle varie città”, dice Montenero. Al momento il suolo pubblico è stato concesso fino a novembre di quest’anno, ma l’imprenditore non esclude di chiedere un prolungamento. “Se, come pensiamo, l’attrazione riscuoterà successo, potremmo pensare di fermarci di più. Tutto dipende dall’accoglienza dei catanesi”. L’attrazione, aggiunge, ha un impatto positivo sul tessuto economico locale. “Per montarla, abbiamo utilizzato gru e macchinari del posto. Una volta attivata, inoltre, la struttura funge da catalizzatore, diventa un punto d’incontro per la città”. Con beneficio per le attività commerciali che la circondano, sottolinea Montenero.

Ripartire dopo la pandemia
Un ruolo tanto più importante all’indomani della crisi economica generata dalla pandemia. “Il nostro settore è rimasto fermo per diciotto mesi, con perdite molto significative soprattutto lo scorso anno”, dice Montenero. La speranza è quella di ripartire senza ulteriori chiusure. “Farlo da Catania ci dà una particolare emozione, perché è una delle città più vive del Sud, dove si respira voglia di fare, e dove soprattutto non ci si annoia mai”, conclude il proprietario della ruota panoramica.

Fonte: Ecco il link.