“.. le masse di lava in primo piano, le vette gemelle dei Monti Rossi a sinistra, e di rimpetto a noi la selva di Nicolosi, sopra la quale si ergeva il cono dell’Etna ricoperto di neve e leggermente fumante”. Nel suo “Viaggio in Italia”, osservando all’orizzonte il piccolo paese di Nicolosi, scriveva queste frasi lo scrittore tedesco Wolfgang Goethe.Tre frasi ...

Il terremoto del Val di Noto del 1 693 ha cambiato la storia di tanti centri nel sud-est della Sicilia. Tra le tante città distrutte c'è anche il piccolo borgo medievale di Occhiolà che venne ricostruito a circa 2 km più a sud partendo da una base a pianta esagonale grazie al volere del Principe Carlo Maria Carafa e su ...

La nascita di Giarre ha nel vescovo conte Nicola Maria Caracciolo il suo protagonista, che si trovò dinnanzi ad un grosso problema per le terre della contea. Boschi, paludi, incursioni saracene non facevano altro che aggravare la situazione economica di questi 8 mila ettari di territorio.Così, il 5 ottobre 1558 il vescovo convocò nella chiesa di S. Maria degli Angeli ...

A poco più di 10 chilometri da Catania, si trova Aci Castello, un antico borgo marinaro posto a 15 metri s.l.m. Il nome Aci Castello deriva dall’omonimo castello costruito nel 1076 dai Normanni su un vicino colle di pietra lavica. Storicamente un primo castello fu edificato nel VII secolo d.C. dai Bizantini su di una preesistente fortificazione di periodo romano, ...

La leggenda narra che in epoca antica, sulla rocca del Castello, dimorava una principessa di nome Maretta, la quale comandava una banda di briganti.Attorno alla rocca i briganti costruirono il paese, retto e governato dalla stessa principessa, cui fu dato, in onore di Maretta, il nome Marettu.Si sa per certo, invece, che il borgo fu fondato nel 1263 da Manfredi ...

Misterbianco è una cittadina in provincia di Catania, con un territorio che misura circa 37,50 kmq, conta circa 46.000 abitanti suddivisi, oltre il centro urbano, in 5 frazioni (Belsito, Serra Superiore, Lineri, Montepalma e Piano Tavola); dista da Catania 5 Km circa ed è geograficamente situata, a mezzogiorno dei piedi dell'Etna ad una latitudine di 37°, 31' N e ad ...

Le origini di questa cittadina, che conta circa cinquanta mila abitanti, risalgono all'epoca precedente ai greci. L'antico nome era Ibla Mayor e il suo territorio situato alle pendici sudoccidentali dell'Etna, conserva numerose testimonianze archeologiche.Tutta la città è racchiusa in una conca delimitata dal preistorico vulcano. Una buona parte del territorio ricade nel bacino idrografico del fiume Simeto e numerose sono ...

Motta Sant'Anastasia, come altrettante città della Valle del Simeto, ha origini antichissime. Da diversi studi archeologici, risalenti al 1954, è stata accertata la presenza greca nel territorio intorno a secoli V-IV a.C., mentre l'era romana, invece, è testimoniata dal ritrovamento di alcune monete risalenti al periodo del grande impero del Lazio, e da un mosaico rinvenuto in contrada Acquarone, appartenente ...

L'origine del nome è legato alla tradizione religiosa. Tre fratelli, Alfio, Filadelfo e Cirino, furono, nel 253 d.C., deportati in Sicilia per essere qui martirizzati. Durante il loro viaggio verso Lentini, attraversando il luogo dove oggi sorge Sant'Alfio avvenne il cosiddetto "miracolo della trave": un improvviso vento si scatenò violento al loro passaggio, scagliando via la trave che portavano sulle ...

Acireale è un comune della provincia di Catania che si trova sulle pendici sud-orientali dell'Etna, sull'orlo di un ripiano lavico che domina con alte pareti un tratto di costa ionica.È nella mitologia che Acireale trae il suo nome, e più precisamente alla leggenda dei Ciclopi (cantata dai poeti greci e dai latini Ovidio e Virgilio), legata alla storia d’amore tra ...