Samuel Storm ad X Factor 2017: Talento “Catanese” al famoso talent show

1240

Written by:

Samuel Storm continua a far commuovere l’Italia non soltanto per la sua storia personale, fatta di lacrime e viaggi della speranza, ma soprattutto per le sue doti artistiche che stanno letteralmente facendo impazzire il pubblico italiano. Il giovane cantautore, che sarà presente ai live show del programma a partire dal prossimo 26 ottobre, si confida agli inviati di NotizieCatania.it:

Vengo dalla Nigeria e sono in Italia da un anno e nove mesi, il mio viaggio è durato nove mesi e non è stato affatto facile“, come dimostrano i suoi occhi lucidi nel raccontarlo. “Una volta approdato in Italia ho continuato ad utilizzare la musica non soltanto come strumento per sfogare il mio dolore, o la mia solitudine, ho continuato a vivere di musica sperando che la musica potesse essere la mia vita“. E lo ha fatto talmente bene che Fedez lo considera tra i papabili vincitori dell’edizione corrente del talent show.

Il nigeriano di 19 anni ha lasciato tutti i suoi affetti in patria, trovando una nuova famiglia e facendosi nuovi amici. E in oratorio inizia a cantare, poi prosegue a farlo con più intensità quando va a scuola, infine la musica diventa la sua ragione di vita.

La svolta c’è stata grazie a una borsa di studio al Centro Arte e Mestieri dello Spettacolo di Catania, diretto da Valentina Spampinato, in cui Samuel ricevere la possibilità di dedicarsi interamente allo studio della musica e alla conoscenza della lingua italiana. Grazie soprattutto a questa esperienza, Samuel prende il coraggio per presentarsi alle audizioni dell’undicesima stagione di X Factor, sempre accompagnato dalla sua inseparabile chitarra, e per la prima volta si esibisce davanti a un pubblico tanto vasto.

A causa della sua condizione di rifugiato politico, Samuel Storm non ha potuto raggiungere i suoi compagni di avventura a Dubai – città che ha ospitato l’Home Visit di Fedez – per problemi di espatrio. Il coach del team under uomini non ha comunque voluto rinunciare a Samuel e lo ha ascoltato durante un suo concerto a Lucca, decidendo quindi di inserirlo nella lista dei live.

Come ha raccontato durante un’intervista per X-Factor, non ama il rock, il metal, la bossa nova e il jazz. Adora invece il blues, il pop, il rap e r&b e, soprattutto, crede di avere l’x factor per trionfare e diventare famoso. Sui social impazza la Storm mania, decine di migliaia di giovani appassionati delle potenzialità artistiche del talento nigeriano affollano l’etere condividendo le emozioni provate sentendo una voce rara, capace di far sentire delle emozioni inaspettate ed in grado di far commuovere anche i cuori di pietra.

Allo stesso modo, grazie alla storia di Samuel Storm, la città di Catania porta avanti in questi giorni, sottoponendolo ai riflettori della opinione pubblica, un esempio di integrazione vincente capace di dimostrare che la gentilezza d’animo e la sensibilità dei siciliani verso il prossimo possono essere la chiave di volta ed una concreta risposta alla moderna diaspora africana.

Condividi

Ultima Modifica: 23 ottobre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *