Il bellissimo Palazzo Tezzano: Un grande edificio settecentesco al centro di Catania

Palazzo Tezzano è un grande edificio del ‘700 adiacente a piazza Stesicoro, di fronte a una piccola parte di un anfiteatro romano che potrebbe risalire al II secolo.

Il prospetto principale è caratterizzato da un cancello che occupa il centro del prospetto principale e da un ampio balcone con orologio ascendente. Questa facciata è molto simmetrica e lineare, grazie alla ripetizione di colonne in pietra bianca, che contrastano con i toni grigi degli stucchi lavici tipici della città dell’Etna. Data la sua forma quadrilatera, l’effetto di questo pilastro chiaro e dello sfondo grigio basalto si ripete su tutti e quattro i lati dell’edificio. All’interno vi è un ampio cortile attorno al quale la struttura forma una sorta di forma ad “U”, interrotta a nord.

Il palazzo fu costruito nel 1709 su richiesta dell’allora conte e medico Niccolò Tezzano. Era già proprietario del terreno e decise di dirigere i lavori a proprie spese. Alla fine donò alla città di Catania, gravemente danneggiata dal terremoto del 1693, la struttura destinata a diventare l’Ospedale di San Marco.

Ma nel secolo successivo, nel 1837, l’ospedale incontrò difficoltà finanziarie, motivo per cui parte dell’edificio fu affittato all’Ufficio di Intendenza Borbonica, che vi avrebbe distribuito i fascicoli di cittadinanza. Dal 1844 il resto dell’edificio fu occupato dall’Ufficio della Procura Generale e dal Dipartimento della Cancelleria Penale, e si diffuse l’idea di trasferire l’ospedale in altra struttura per adibire la struttura adiacente a piazza Stesicoro come tribunale generale.

L’ospedale fu spostato solo tra il 1878 e il 1880 a causa della rivolta rivoluzionaria. Fu trasferito al monastero benedettino di San Nicolò e ribattezzato Vittorio Emanuele II. Il Palazzo Tezzano servì poi come sede del tribunale fino all’inaugurazione della nuova sede in piazza Giovanni Verga nel 1953.

Oggi è sede della scuola “L. Capuana”.