La bellissima Villa Cerami: Sede della facoltà di Giurisprudenza

Villa Cerami fu la residenza della famiglia Rosso di Cerami. Costruita alcuni anni dopo il terremoto che colpì la città etnea nel 1693, la villa fu acquistata da Domenico Rosso, III principe di Cerami, nella prima metà del Settecento.

Secondo gli storici, i principi Cerami apportarono modifiche e migliorie alla villa, non è però noto se la villa possedesse soltanto un corpo centrale ampliato dalla famiglia nobiliare o se i principi acquisirono una “casa grande”. Nel corso della propria residenza, la famiglia Cerami la abbellì con decorazioni barocche e mobilio prezioso. Nel 1881 la villa ebbe anche degli ospiti d’eccezione, il re Umberto e la regina Margherita, in onore dei quali fu tenuto un ricevimento con ballo.

Con la parziale destinazione della residenza a succursale dell’Istituto Magistrale “G. Turrisi Colonna”, prima, e con la perdita di alcune opere d’arte, poi, il Novecento ha rappresentato un periodo di decadenza per Villa Cerami.

Grazie però al suo acquisto nel 1957 da parte dell’Università di Catania, la villa è ritornata al suo antico splendore. I colori degli affreschi furono ravvivati e le sale, così come tappeti, specchiere, divani e tavoli, restaurati.

Il portale d’ingresso di villa Cerami, sede della facoltà di Giurisprudenza, conduce a un ampio cortile e a uno scalone monumentale. Il cortile, diventato luogo di incontro e di studio dei giovani studenti, è arricchito da una fontana bronzea realizzata da Emilio Greco, raffigurante la Grande Bagnante.

Fonte: Ecco il link.