Raviole catanesi fritte o al forno: morbidissimi calzoni ripieni di ricotta

Fanno parte della tavola calda e della rosticceria catanese, sono dei morbidissimi calzoni fritti ripieni di deliziosa crema di ricotta e cannella, una sfiziosità che crea dipendenza, che occorre provare almeno una volta e che difficilmente si dimentica.

Le raviole dolci di ricotta vengono preparate da bar, pasticcerie e panifici locali durante la stagione autunno-inverno. Ciononostante, in casa, si possono fare tutto l’anno, accontentandosi di una buona e normale ricotta fresca del banco frigo del supermercato; ovviamente se si sceglie di prepararle durante l’estate sarà bene conservarle in frigorifero una volta fredde.

Le due versioni tradizionali sono: raviole dolci di ricotta fritte e al forno; le raviole dolci di ricotta al forno, spesso a Catania, le si trovano a forma triangolare, fatte di pasta sfoglia e decorate esternamente con dello zucchero a velo. Quelle fritte, invece, hanno un impasto molto vicino alle graffe, si rotolano appena calde nello zucchero semolato e sono una bontà unica.

Ingredienti

Impasto
500 gFarina 0
340 gLatte (tiepido);
30 g Zucchero;
Mezza bustine Lievito di birra secco (o 12 g fresco);
50 g Strutto;
12 g Sale.

Farcitura
750 kg Ricotta di pecora (fresca e ben colata);
100 g Zucchero;
2 cucchiaini Cannella in polvere;
3 q.b.Scorza di limone;
1 bustina Vanillina.

Finitura
q.b.olio di semi di girasole;
q.b.Zucchero (per passere le raviole);
q.b.Latte (Per sigillare le raviole);
1 uovo (per sigillare le raviole);

Raviole catanesi alla ricotta fritte: preparazione

Versate la farina in una ciotola, aggiungete il latte tiepido, il lievito e lo zucchero.
Mescolate per far sciogliere, poi unite il sale e lo strutto.
Lavorate in ciotola, e dopo passate alla spianatoia o al piano di lavoro e impastate vigorosamente. L’impasto inizialmente appiccicoso, prenderà consistenza poco per volta, senza aggiungere farina.

Ottenuto un impasto liscio, omogeneo e incordato, ci vorranno circa 10 minuti, riponetelo a lievitare al caldo, in forno con luce accesa, fino al raddoppio, ci vorranno circa 90 minuti.

Poco prima che l’impasto sia pronto, prendete la ricotta (deve essere almeno del giorno prima e ben scolata), unite lo zucchero, la cannella e la scorza grattugiata di mezzo limone, mescolate e mettete da parte.

A lievitazione avvenuta dividete l’impasto in pezzi da 80-90g grammi, formate delle palline e lasciatele rilievitare per circa 15 minuti.

Stendete la pasta dello spessore di circa 5mm.

Disponete al centro 1,5 cucchiai di ricotta, spennellate i bordi con latte mischiato a uovo, quindi chiudete a mezza luna e sigillate i bordi molto bene, evitando di far uscire ripieno. Scaldate l’olio, immergetevi uno stuzzicadenti, se friggerà saremo pronti ad immergere le raviole, cuocetele da un lato e dall’altro, se vedete che si dorano troppo in fretta abbassate la fiamma per qualche minuto, eviteremo che restino crude dentro ma bruciate fuori.

Poggiate le raviole cotte su della carta assorbente per eliminarne l’olio in eccesso, poi immediatamente passatele e nello zucchero semolato, a cui potreste aggiungere della vanillina.

Servite le vostre frittelle ancora calde, vi assicuro che spariranno in un attimo!

Fonte: Ecco il link.